Gianfranco Mozzali/ aprile 29, 2018/ News/ 0 comments

Il 5 maggio, dalle 16:00, una lunga catena di uomini, donne e bambini, farà sentire la propria voce pacifica contro muri e divisioni, ma verso un futuro possibile fatto di molti diversi ed uniti.

Il 5 maggio, una catena di uomini e donne promette di invadere pacificamente Via Padova nel nome della convivenza civile, fatta di energie positive e vive, di storie e persone che ne sono una vera ricchezza. Via padova – via del mondo vuole consegnare a Milano un messaggio forte di inclusione, verso un futuro possibile ed auspicabile fatto di diversità sì, ma mai di scontri e chiusure.

Come dicono gli stessi organizzatori, Via padova – via del mondo “vuole dire a tutta la città che noi, abitanti di via Padova, non vogliamo muri tra le persone ma ponti per comunicare e per poter vivere meglio. Via Padova è da sempre una via di migranti: in passato ha accolto migliaia di immigrati arrivati da ogni parte d’Italia e lo stesso accade oggi con i migranti provenienti dall’Asia, dall’Africa, dall’America latina e da altri paesi europei.
Vogliamo che via Padova rappresenti la possibilità di vivere bene insieme, che sia un luogo dove tutti coloro che vi abitano possano costruire un futuro per sé e per i propri figli, senza discriminazioni. Questo è il messaggio che via Padova vuole consegnare a Milano.”

E Via Padova la strada che unisce non può che condividere e supportare questo intento e, per questo, vi diamo appuntamento sabato 5 maggio, a partire dalle ore 16:00, nella zona della rotonda di via Predabissi, via Cambini, via Don Orione.

Saremo in tanti e saremo Via Padova


Per info, segui l’evento Facebo >> https://www.facebook.com/events/136843873831267/?active_tab=discussion

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*